Home » Recensioni » Ash vs Evil Dead – 3×05 – Baby proof: I bambini, perché nessuno pensa ai bambini!

Ash vs Evil Dead – 3×05 – Baby proof: I bambini, perché nessuno pensa ai bambini!

Sapete cosa mi rimette in pace i Chakra quando gli adorabili
bambini che abitano al piano di sopra mi tirano giù dal letto la domenica
mattina? Il nuovo episodio di “Ash vs Evil Dead” in cui il nostro eroe deve
vedersela con un bambino altrettanto demoniaco! Se vi siete persi qualcosa
trovate il riassunto dell’episodio precedente QUI, ed ora il solito avviso: SPOILER!

Ditemi cosa volete, ma il titolo “Baby proof,” che è un po’
come dire “a prova di bambino” è un’idea notevole, il bambino in questione è la
demoniaca progenie di Ash messa al mondo da Ruby (Lucy Lawless), somiglianza
che il nostro eroe riconosce subito, certo quando il piccolino ha i suoi occhi
azzurri, la sua stessa notevole mascella e la ehm, mano destra fatta a forma di
piccola motosega biomeccanica (eh? Anzi come direbbe Ash: «W.T.F.»), diventa
difficile non riconoscere la paternità.

“Vieni piccolino, ora ti faccio vedere cosa succede a tirarmi giù dal letto mentre sto dormendo”.

Questo quinto episodio diventa di fatto una specie di
spettacolo di Wrestling con due portare principali, da una parte per fermare un
indemoniato Pablo (Ray Santiago), troviamo Brandy (Arielle Carver-O’Neill) e
Kelly (Dana DeLorenzo) ancora alle prese con il suo nuovo “Pablaccio”, un
polpaccio a forma di Pablo con tanto di baffi, che si rivela essere subito in
connessione con l’originale.

L’altro evento è quello principale, Ash (sua maestà Bruce
Campbell) contro il piccolo bastardello, in qualche modo aiutato dalla
ragazzona bionda di origini Svedesi (o Norvegesi, tanto per Ash è tutto uguale)
tenuta in ostaggio da Ruby, da che parte cominciamo? Applichiamo un po’ di
cavalleria, Kelly e Brandy.

Non so se “She’s got legs” degli ZZ Top è indicata, ma avete capito il concetto.

L’idea del “Pablaccio” è molto divertente, specialmente
quando Kelly scopre che la nuova schifosissima bocca spuntata sulla sua gamba è
direttamente collegata all’apparato digerente dell’originale Pablo, armata di
zippo la ragazza mette subito alla prova questo nuovo trucco degno di un
prestigiatore.

A mettere fine alla disputa però è Brandy, che pianta il
pugnale Kandariano nel cuore di Pablo mandandolo, al creatore? Beh non proprio,
in un reame tra i mondi in cui si è rifugiato lo spirito dello zio di Pablo, il
mitico El Brujo. Ed è proprio qui che inizia il rituale per l’anima del
ragazzo, se Ash in L’armata delle tenebre
doveva scegliere tra tre copie del Necronomicon, qui Pablo dove scegliere tra
tre contenitori pieni di sangue, due di questi lo danneranno per sempre, ma uno
lo trasformerà nel Brujo Especial, che come commenta Pablo, sembra il nome di
una birra.

“Ma come fa Ash a farlo da quasi quarant’anni”.

L’esorcismo è lungo e complicato, ma quello che si risveglia
dopo il rituale è un Pablo tutto nuovo, e pure molto sicuro di sé, che prima
bacia Kelly e poi si mette sulle piste di Ash, convinto che il direttore della
locale ferramenta sarà pure lo Jefe e il prescelto, ma ha comunque bisogno del
suo aiuto!

Ma una cosa è vedere Ray Santiago e Dana DeLorenzo
combattere il male, l’altra è vedere l’ennesima variazione sul tema: Bruce
Campbell usa la sua faccia di gomma esibendosi in un corpo a corpo con il
rappresentante delle forze del male di turno. Mi rendo conto che forse servirà
un titolo più breve per questa specialità.
Voi direte non può esserci gara tra un omone grande e grosso
armato di motosega e Boomstick e un bambino no? Ecco peccato che questo pupo
sia un osso duro! Lo sconto tra i due è veramente uno spasso, non so se mi ha
divertito di più Ash che cerca di convincere il bimbo che il suo Remington a
doppia canna, calibro 12 (il migliore del suo supermercato) è un distributore
di caramelle, oppure gli svariati soprannomi che il mascellone rifila alla
Svedesona.

“Cass, se dici svedesona i tuoi lettori si aspettano come minimo Victoria Silvstedt”.

Tra i più clamoroso ci sono da registrare: “Heidi”, un
classico che non passa mai di moda, “Sunny Thompson”, un po’ oscuro per noi non
americani, ma ideale se siete alle prese con una bionda platino, ma il
vincitore morale resta “Ricola” che meriterebbe un premio!

Per equiparare la differenza di altezza tra lui ed Ash, il
piccolo bastardello demoniaco non si fa nessun problema a prendere possesso del
corpo morto della ragazza, entrando dentro di lei da, beh, mettiamola così, la
frase battutaccia di Ash dice più di quanto potrei mai dire io con un largo
giro di parole: «Sei davvero troppo piccolo per infilarti lì!».

No, no. Non è così che nascono i bambini. Proprio no!

Il risultato finale è che il piccoletto diventa il Ranger e
il corpo morto della ragazza lo Jaeger da comandare, in un’altra clamorosa trovata di pura follia in puro stile “Ash
vs Evil Dead” che dopo non vi farà mai più guardare le palle da bowling con gli
stessi occhi, vedere per credere.

Eppure anche questa volta Ruby e la sua diabolica progenie
trovano il modo di farla franca, anche se papà Ash pare aver fatto un deciso
passo per conquistare la fiducia di sua figlia Brandy, in ogni caso anche
questo episodio risulta molto divertente e finisce con un pezzo di Iggy pop,
cosa si può chiedere di più? Ecco magari quel rinnovo della serie che continua
a latitare, sono già provato per la (brutta) notizia su Rick & Morty, non
facciamo altri scherzi eh?
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Film del Giorno

    Yellowjackets – Stagione 1 (2021): le signore delle vespe (Buzz, Buzz, Buzz)

    Si lo so, esiste una differenza tra le vespe e le “giacche gialle”, ma questo è un blog di cinema, fumetti, serie tv e amenità varie, mica di etimologia, quindi [...]
    Vai al Migliore del Giorno
    Categorie
    Recensioni Film Horror I Classidy Monografie Recensioni di Serie Recensioni di Fumetti Recensioni di Libri
    Chi Scrive sulla Bara?
    @2024 La Bara Volante

    Creato con orrore 💀 da contentI Marketing