Home » Recensioni » Boomstick Award 2015: Cliccateli senza pietà!

Boomstick Award 2015: Cliccateli senza pietà!

Voi non mi potete vedere, e forse è una cosa buona per la
vostra digestione, ma il vostro amichevole Cassidy di quartiere è moltissimamente
tanto felice di annunciare che questo blog ha ricevuto un premio, e non un
premio qualunque, ma il premio con il nome più figo del mondo, ovvero il
Boomstick Award 2015.

In tutta onestà sono ancora abbastanza sconvolto perché il
mio blog esiste da tipo 27 minuti, rispetto alla marea di Blog fighissimi che
potete trovare in rete, e che io stesso ho scoperto quando ho deciso di far
decollare la mia Bara, diventando un blogger (ovvero 27 minuti e 12 secondi fa…).
Mi fa un enorme piacere essere stato nominato da Ester
Moidil di Delicatamente Perfido proprio uno dei primissimi blog che ho iniziato
a leggere assiduamente, completissimo nei dettagli e con un sistema di
valutazione micidiale, il suo Platealmente Perfido poi è un culto, non decido
cosa guardare nel Week end se prima non l’ho letto. Ester, birra a tua scelta
pagata dal sottoscritto… Muchas Gracias!
Questo premio gira come un vinile sul piatto, quindi
prima di passare alle mie nominations, vi beccate l’origine del Boomstick (Ogni
giorno passato a guardare qualcosa diretto da Sam Raimi è un buon giorno!) e
poi il copia incolla selvaggio delle regole di questo Awards, Boom! Anzi…
BOOMSTICK!
Cos’è il Boomstick?
È il premio ideato da Hell del blog Book and Negative,
che ha dato il via alla catena. È il bastone di tuono di Ash ne L’Armata delle
Tenebre. Una doppietta Remington, canne d’acciaio blu cobalto, grilletto
sensibilissimo. Magazzini S-Mart, i migliori d’America.
Perché un Boomstick?
Perché il blog è il nostro Bastone di Tuono!
Come si assegna il Boomstick?
Niente di più facile: dal momento che in giro è un
florilegio di premi zuccherosi per finti buoni (o buonisti) & diplomatici,
il Boomstick Award viene assegnato non per meriti, ma per pretesti.
O scuse, se preferite.
Nessuna ipocrisia, dunque. E ricordate, il Boomstick non
ha alcun valore, eccetto quello che voi attribuite a esso.
Per conferirlo, è assolutamente necessario seguire queste
semplici e inviolabili regole:
1 – i premiati sono 7. Non uno di più, non uno di meno.
Non sono previste menzioni d’onore;
2 – i post con cui viene presentato il premio non devono
contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli
esclusi a mo’ di consolazione;
3 – i premi vanno motivati. Non occorre una tesi di
laurea. È sufficiente addurre un pretesto;
4 – è vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a
copiarle, così come Hell le ha concepite.
Ed ora, care le mie creaturine della notte, è il momento
per il sottoscritto di fare qualche nome, ed ecco a voi senza altri indugi i
Magnifici Sette:
ilgiornodeglizombi di Lucia Patrizi
Avevo aperto la Bara da due minuti netti, e sono capitato
sul suo Blog attirato dal nome Romeriano, mi sono esaltato e mi è venuta la
depressione (10 secondi) allo stesso momento, perché per avere un blog figo
come il suo dovrò lavorare 120 anni facendo gli straordinari. Lucia consiglia
sempre film originali, la rubrica sul cinema atomico è bellissima, e
soprattutto scrive come un Ira di Dio. E’ stata la prima a darmi un +1 e poi,
come il sottoscritto, è una Carpenteriana di ferro, siamo pochi ma siamo una
lobby molto potente.
Ha un modo schietto e diretto di commentare i film che mi
fa impazzire, farcisce ogni commento di frasi che fanno sinceramente spanciare
dal ridere (provare per credere). Ci saremmo incontrati in fila per il TFF
dieci volte senza saperlo, e poi oggettivamente il titolo Viaggiando (meno) è
geniale, perfetto per una Riot girl come lei.
500filminsieme di Beatrix Kiddo
Ha la costanza del rubinetto che gocciola di notte quando
si tratta di recuperare film Horror, e quando scrive di un ciofeca di film fa
davvero trasparire la sofferenza provata durante la visione, tra appassionati
di Horror una sensazione fin troppo nota.
Forse è l’unico blog che leggevo con una certa frequenza
anche prima di diventare un blogger a mia volta, quando cerchi informazioni su
un film, lui l’ha già visto e commentato. Il Bradipo è una bestia
cinematograficamente onnivora, e i suoi “Perché Si/No” sono imperdibili. Fate
un salto sul suo blog, però con calma, a passo di Bradipo…
Il Zinefilo di Lucius Etruscus
Tra i mille blog curati da questo uomo enciclopedico, il
Zinefilo è quello che rende onore ai film di serie Z e un fissato dell’Asylum
come me non può che apprezzare. “Faccia di Bronson” è una meraviglia, ma poi sono
bravi tutti a trovare la bellezza in un capolavoro, ma la vera gioia si
raggiunge quando scavando nel fango trovi una perla… Speriamo che sia fango.
Kentucky Mon Amour di Ivano Santos
Perché prima degli Horror, il mio genere preferito è il
Western, che è l’equivalente cinematografico del Rock ‘n Roll, non passa mai di
moda. Ivano rende omaggio al  genere con
vera passione, ogni volta che cita un film mi fa tornare voglia di vedermelo
anche se l’ho già visto 187 volte, e poi il suo Header con Lee van Cleef è meraviglioso.
Da quando leggo abitualmente il suo blog, la mia lista
dei “Film da vedere” (ne avete tutti una, non fate i finti tonti) è aumentata
ulteriormente, scrive commento completi di informazioni e molto accurati, e poi
ha Elvira la strega come mascotte, questa è classe signori, classe!
Ora dopo canestro e rimessa, la palla è nel vostro campo,
e non dimenticate il lato oscuro del Boomstick, spiegato nelle immortali parole
del suo creatore Hell:
Infine ci tengo a ricordare che:
– il premio può essere assegnato dai vincitori ad
altrettanti blogger meritevoli, contribuendo a creare, come tutti gli anni, una
delle più gigantesche catene di Sant’Antonio che la storia della rete ricordi.
– premio e banner sono un’idea di Hell, che quindi
gradirebbe essere citato negli articoli.
– il Boomstick è un premio cazzuto. Se l’avete vinto non
siete delle mezze cartucce, ma… se non rispettate le quattro semplici regole
che lo caratterizzano, allora mezze cartucce diverrete. E vi beccherete
d’ufficio, in quanto tali, il celeberrimo Bitch Please Award.

E ora… sotto a chi tocca!
Cheers!
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Film del Giorno

    Trunk – Locked In (2024): bagagliaio che te ne vai lontano da qui chissà cosa vedrai

    Mille piattaforme di streaming e il risultato? Passi ore a sfogliare in cerca di qualcosa da guardare, oppure metti su un’altra volta il blu-ray di Grosso guaio a Chinatown e [...]
    Vai al Migliore del Giorno
    Categorie
    Recensioni Film Horror I Classidy Monografie Recensioni di Serie Recensioni di Fumetti Recensioni di Libri
    Chi Scrive sulla Bara?
    @2024 La Bara Volante

    Creato con orrore 💀 da contentI Marketing