Home » Recensioni » Conan il Conquistatore di Robert E. Howard: “…Ma questa è un’altra storia.”

Conan il Conquistatore di Robert E. Howard: “…Ma questa è un’altra storia.”

“Scusi, questo
è il primo libro della serie?”
“Sì, sì, è il primo”
Mai fidarsi di chi lavora nelle grosse librerie di uno
strambo Paese a forma di scarpa.

Mi sono già
espresso sulla mia difficoltà di muovermi agevolmente tra la sconfinata bibliografia di  Robert E. Howard,
acquistai la mia copia di “Conan il Conquistatore” parecchi anni fa, la trovai
una lettura molto divertente, anche se non era affatto il primo libro della
serie.
Ho deciso di recuperarlo dalle mie mensole e rileggerlo, dopo
essermi divorato Conan L’Avventuriero e ho scoperto che per puro caso, sono
riuscito (quasi) a leggere due libri di Conan nell’ordine giusto.

Nel romanzo
Conan ha 45 anni e si è comodamente sistemato sul trono di Aquilonia che ha
usurpato. Re Conan è severo, ma amato dal popolo, purtroppo il tradimento è
prossimo, gli avversari politici del Cimmero ricorrono alla necromanzia,
riportando in vita il defunto Xaltotun, stregone del corrotto impero di
Acheron. Spogliato della corona e incarcerato, Conan con il suo solito piglio
democratico e raffinato (#Credici) si farà strada per recuperare il suo regno e
il Cuore di Arhiman, l’unica arma che gli può consentire di giocare ad armi
pari con lo stregone.



Ogni giorno passato ad ammirare il lavoro di Frank Frazetta è un giorno ben speso…
Uscito
originariamente come “The Hour of the Dragon”, il titolo (sul pomposo andante)
è stato modificato da Sprague de Camp, curatore postumo dei lavori di Robert E.
Howard, che da quanto ho capito è stato abbastanza invasivo, rimaneggiando
parecchio i lavori dello scrittore Texano.
“L’Ora del
Drago” uscì nel 1934 su richiesta dell’editore inglese Dennis Archer e
rappresenta il tentativo di Howard di conquistarsi pubblico anche in Gran
Bretagna, il risultato non fu il successo sperato e Howard riciclò il tutto a
puntate sulla pagine di Weird Tales.



La copertina originale di “Weird Tales”… Ah bei tempi!
Di fatto si
tratta dell’ultima storia di Conan prima della sua triste dipartita, Howard è
sicuramente più a suo agio con i racconti brevi e questo romanzo ha l’onere di
dover presentare l’Era Hyboriana al nuovo pubblico, motivo per cui Conan passa
da Aquilonia alla Stygia passando per una nave pirata, forte del suo passato da
Bucaniere, il giro del mondo è un po’ forzato, ma senza ombra di dubbio
divertente.
Un personaggio
importante è sicuramente Zenobia, la schiava che aiuta Conan a liberarsi dalla
prigione, di tutte le bellone scritte da Howard, la bella mora è sicuramente
una delle più scialbe, sembra una groupie Coniana, le manca solo la crisi
isterica di pianto quando lo vede per la prima volta. Da quanto ho capito,
Sprague de Camp, nel romanzo successivo, ha portato a compimento la minaccia di
Conan di sposare la ragazza…
I fan del Cimmero non hanno preso la cosa
molto bene.

Questa immagine mi esalta in ogni sua versione…
Eppure il
romanzo è una lettura molto divertente, il tour del mondo Hyboriano alla fine
si può sopportare senza troppi problemi, il bello è rivedere Conan,
momentaneamente libero dalle responsabilità della corona, felice di ributtarsi
nell’avventura come in gioventù.
Per uno come
me, che come vi dicevo parlando del film di Milius, ha fantasticato per anni su
quell’immagine finale di Arnold Schwarzenegger seduto pensoso (e anziano) sul
trono, questo libro è l’ennesima riprova che un film su Re Conan sarebbe una
figata…
Ma questa è un’altra storia. 
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Film del Giorno

    Clipped (2024): piove, il gatto è morto, la fidanzata mi ha lasciato e io tengo ai Clippers

    «Piove, il gatto è morto, la fidanzata mi ha lasciato e io tengo ai Clippers.», si potrebbero scrivere romanzi nel tentativo di riassumere la storia dell’altra squadra NBA di Los [...]
    Vai al Migliore del Giorno
    Categorie
    Recensioni Film Horror I Classidy Monografie Recensioni di Serie Recensioni di Fumetti Recensioni di Libri
    Chi Scrive sulla Bara?
    @2024 La Bara Volante

    Creato con orrore 💀 da contentI Marketing