Home » Recensioni » House of the dragon – 1×05 – We light the way (2022): quattro matrimoni e un funerale

House of the dragon – 1×05 – We light the way (2022): quattro matrimoni e un funerale

Nuovo appuntamento settimanale con “Casadrago”, trovate l’episodio precedente QUI per quello nuovo invece, cominciamo!

Lady Rhea, anche oggi a caccia di animali in CGI? Niente di meglio che una bella cavalcata mattutina in Irlanda nella Valle, quando ecco spuntare il marito “Matt” Daemon Targaryen, ormai specializzato in apparizioni senza dialoghi, che con una finta di sopracciglia fa disarcionare la moglie dal cavallo, lasciandola a terra tetraplegica e vi risparmio battutacce facili. Vigliacco, lo sapevo che non mi avresti finita.”Matt” Daemon torna indietro armato di grosso sassone in una mano, è così che si chiede il divorzio nei Sette Regni, con una morte fuori scena.

Ciao Lady Rhea, insegna agli angeli a sottoscrivere accordi pre matrimoniali più solidi.

Intanto Otto “Lizard” Hightower saluta la figlia dopo essere stato scacciato da corte dopo quella che tutti chiamano “La grande notte dell’ormone ruggente”, spero almeno decidano di sostituirlo con Debbie Callahan, sempre da “Scuola di polizia”.

Si allena per il ruolo di primo cavaliere, anzi, cavalleressa.

Alicent a rapporto da compare zoppetto (uno a cui la moglie ha chiesto il divorzio senza completare l’opera) viene informata che dopo “La grande notte dell’ormone ruggente” la principessa Rhastephcurry ha bevuto il famigerato tè del giorno dopo anticoncezionale. Questo solo perché non si è saputo delle dodici birre medie, dei diciotto chupito, della boccia di vodka liscia e dei due San Simone che si era sgargarozzata ad inizio serata.

Mentre Re Tubercolosi Viserys viene informato della dipartita del divorzio di Lady Rhea, tossicchiando ignaro del suo destino, tenta di riparare proponendo la mano di sua figlia Rhastephcurry, con il figlio di Lord Rasta, un bel matrimonio Rastafariano, tutto erba e canzoni reggea per unire i vecchi pilastri della Valyria che fu e proprio come cantava un poeta della civiltà perduta, one love, one heart, let’s get together and feel all right.

Il principino sembra la scelta ideale, se non fosse per un piccolo, insignificante problema, il ragazzo gioca in un altra squadra, preferisce gli sport maschili, preferibilmente con delle ammucchiate. Insomma uno sposo gaio e una sposa in attesa di un uovo, no cioè di un pupo da Sir Cristos. Cinque puntate e sembra già “Beautiful”!

Per male che possa andare, si scambieranno il numero dei rispettivi parrucchieri.

Re Tubercolosi Viserys non so se lo mangia il panettone, il dubbio che qualcuno gli abbia sciolto qualcosa nel cibo a me sarebbe già venuto, ma il nostro re si sa, è uno sveglione, quindi prosegue, rantolando, sputacchiando e tossicchiano, con i suoi doveri regali.

Alicent, con la volontà di andare a fondo, interroga Sir Cristos, che invece a fondo ci è già andato. Riuscirà il cavaliere a mantenere il segreto? Alla prima domanda di riscaldamento di Alicent: «Che ora è?» Sir Cristos confessa tutto, di aver giaciuto con Rhastephcurry, di essere stato il secondo attentatore a sparare a Dallas, anche quella volta in prima media in cui ha fatto una bottiglia piena di vomito finto, andato al cinema su in platea, si è messo a fare dei versi tipo bluuah, bluuah, bluuuahhh! E di aver versato la bottiglia sul pubblico sottostante che ha cominciato a vomitarsi reciprocamente addosso. Alicent lo guarda con l’aria di chi sta pensando: «Che cretino!» (cit.)

Affetto da “Lalalismo”, ovvero la capacità di un personaggio di cantarsela facendo La-La La-La!

Tosse o meno, siamo a cinque puntate e a cinque feste organizzate da re party boy Viserys, anche se a rovinare la festa ci pensa l’arrivo (come sempre muto) di “Matt” Daemon Targaryen, che prosegue con zero parole spiccicate fino a questo momento. Re party boy Viserys sta per iniziare il brindisi quando si manifesta anche Alicent, bella figura iniziare il discorso senza di lei eh? Ma chi ve le ha insegnate le buone maniere, Conan il barbaro?

Quando ti dicono di non arrivare troppo presto ad una festa per non passare per sfigata, ma la festa inizia comunque senza di te.

Finalmente il padre della sposa può fare il suo discorso, il famoso discorso del re, come il film. Il tutto mentre i futuri sposi concedono il primo ballo. Ma questa sarebbe ancora la HBO oppure ho sbagliato canale e sono finito su Real Time e i suoi duecento programmi sui matrimoni?

Come coach Gregg Popovich durante le interviste a metà parità, “Matt” Daemon Targaryen centellina le parole con l’ex suocero Sir Gerold, che viene rispedito a sedersi dietro la lavagna preso a male parole dal Targaryen, basta parlare di eredità e di soldi, vedi che le chiacchiere precipitano subito a zero.

Trattandosi di un matrimonio, chi non è già accoppiato e quindi impegnato a bere, si cerca compagnia, tranne Sir Cristos che piange virili (si fa per dire) lacrime, con il cuore spezzato, viene subito identificato come piangina amante di corte.

Però il povero Cristos non la prende benissimo, quando l’amante del futuro sposo Laenor (per bianchi e colorati), si rivolge a Cristos, questo subito si dimentica di essere Sir e lo gonfia come una zampogna, tanto che ci scappa il morto. Insomma siamo scivolati sul set di “Quattro matrimoni e un funerale”.

Il matrimonio reale viene consumato a porte chiuse per evitare altre invasioni di campo, proprio mentre Alicent impedisce a Sir Cristos di fare seppuku usando un cavatappi arrugginito, il tutto quando il festaiolo numero uno dei Sette Regni, paga pegno di anni di feste sfrenate, sputazzando sangue, re Viserys collassa a terra in una pozza del suo sangue. Fate due per quei funerali, qui ci vuole Taffo.

Arrivederci Sua Maestà, insegna agli angeli come fare festaccia!

Per un ripasso, vi ricordo la pagina dedicata a Giocotrono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Film del Giorno

    World Trade Center (2006): su per le scale, dentro il fuoco

    Il cielo stava cadendo e si macchiò di sangue / Ho sentito che mi chiamavi, ma sei scomparso nella polvere. Su per le scale, dentro il fuoco / Su per [...]
    Vai al Migliore del Giorno
    Categorie
    Recensioni Film Horror I Classidy Monografie Recensioni di Serie Recensioni di Fumetti Recensioni di Libri
    Chi Scrive sulla Bara?
    @2024 La Bara Volante

    Creato con orrore 💀 da contentI Marketing