Home » Recensioni » House of the dragon – 1×08 – The lord of the tides (2022): il ponte di Westeros è caduto

House of the dragon – 1×08 – The lord of the tides (2022): il ponte di Westeros è caduto

Nuovo appuntamento settimanale con “Casadrago”, trovate l’episodio precedente QUI, per quello nuovo invece, cominciamo!

La puntata inizia con un cumulo fumante di, non voglio nemmeno sapere che cavolo è quella roba! Ma belle al caldo conservate all’interno ci sono un po’ di grosse uova, siccome è troppo presto per Pasqua e in giro non si è visto lo Scott sbagliato pronto a minacciare un altro seguito di “Alien”, direi che sono di drago.

Non è l’uovo il problema, ma la sorpresa.
Di ritorno a casa, “Matt” Daemon Targaryen porta la brutta notizia, trascritta su un pizzino lungo un metro: i figli bastardi di Rhastephcurry rischiano di essere contestati e con loro, le mire sul trono della loro mamma, ma questi due si sono messi insieme per un motivo: ce ripigliamm’ tutt’ chell che è ‘o nuost!
… Se ve lo state chiedendo è una frase tipica di Approdo del Re.
«Gomorra ci spiaccia casa»
Al suo ritorno Rhastephcurry incontra Peter Gabriel Lord Caswel, uscere di Approdo del Re, il normale iter per tornare al cospetto del padre sul suo letto di morte, anni di bisboccia, festini, battesimi, matrimoni, comunioni e addii al celibato hanno segnato per sempre re Viserys il Party Boy, che qui riceve la visita di Aegon II e Viserys II, il nipotino che un giorno sarà l’anima della festa come suo nonno, ormai ridotto ad uno straccio d’uomo.
Fa quasi pena vederlo invocare il suo tè, che in realtà è Vodka Martini. Una volta Party Boy, Party Boy per sempre.
Alicent si dispera per quel figlio diversamente non minchione di Aegon che si ritrova, nemmeno il suo presepe gigante fatto con le statue dei Sette viene apprezzato. Mai una gioia per ‘sta donna!
Bisogna dire che Aemond Jena con la benda risulta piuttosto cazzuto, sarà quel tocco piratesco, fossi nei Targaryen punterei tutto su di lui a occhi chiu… scusa Aemond.
«Sei simpatico Cassidy, per questo ti ucciderò per ultimo»
Il tema del giorno è far contento Lord Rasta, anche noto come il principe delle maree. Ma quello non era un film così così con un grande Nick Nolte? Ah signore delle maree! Scusate ho sbagliato il titolo nobiliare, ma così non si rischia di passare per la serie della concorrenza? Quella per cui Amazon non ha badato a spese? Fate voi che sapete amici di HBO.
Re Viserys ridotto ormai in modalità Gollum, si fa sostituire dal Primo Cavaliere perdonato, Hightower che non è quello di “Scuola di polizia” (credo), che al posto del regnante ascolta le istanze di Lord Rasta e il suo discorso a favore del signore delle maree, quando Rhastephcurry sta per cominciare il suo complicato discorso… eccolo che torna!
He’s back (cit.) re Viserys non molla mai! Da vero Party Boy si presenta vestito con tanto di maschera, pare Lady Gaga, oddio, magari Lady Gaga di ritorno da una notte di bagordi, quelli che re Viserys chiama un normale mercoledì sera.
Quando prendi solo una birra con l’intenzione di tornare a casa presto e poi, la mattina dopo ti ritrovi stropicciato come il nostro re festaiolo.
Lord Rasta che pensava di vincere facile, con questo cambio di giudice invoca il rito abbreviato, poi di spostare il processo a Brescia (più facile trovare parcheggio), inascoltato inizia ad utilizzare le parole di maleducazione contro la figlia del re che non la prende bene. Malfermo sulle gambe tira fuori il ferro, più veloce di lui “Matt” Daemon Targaryen, perché tagliarli solo la lingua quando puoi mozzargli direttamente la testa. Lo sosteneva anche Enrico VIII.
Nella comoda cena in famiglia del dopo massacro processo, re Viserys si attacca alla bottiglia e si fa venire la ciucca triste, si toglie addirittura la maschera provocando così un blocco della digestione a tutti, moglie, fratello, figlia e nipoti.
Per sollevare tutti dall’imbarazzo di un padre avvinazzato che sproloquia a cena, Rhastephcurry propone un brindisi alla sua matrigna e coetanea Alicent, che a sua volta risponde risponde con un contro brindisi, la pace tra le due donne di casa è sancita, ma è anche così che iniziano i mercoledì vichinghi del re, un brindisi alla volta.
Si inizia così, poi sapete come si finisce no? A mazzate tra parenti, un classico.
Vabbè questa cena finirà male ho capito, al dodicesimo brindisi, ci mancano solo gli snornelli da osteria e qualcuno che urla Peppiniello! Gira sta cazzo di canna!
Ovviamente benzinati così, normale che salti qualche mosca al naso, chi fa scoppiare la rissa con i mai troppo amati fratelli? Sempre lui, Aemond Jena, pecora nera di famiglia, nato incazzato. Insomma noi a tutte le feste di Natale in famiglia, io lo stimo ‘sto ragazzo!
Pare che i giornalisti della BBC di Approdo del Re abbiano indossato giacca e cravatta nera, la procedura “Westeros Bridge is down” è iniziata, che stia per finire la festa per il più festaiolo re dei Sette Regni? Pare di sì, ciao Party Boy, insegna agli angeli come fare festaccia nera.
All hail to the Party Boy King, baby!
Finalmente un copione che funziona, basato tutto sul talento degli attori giusti, su tutti Paddy Considine, bravi amici di “Casadrago”. Per il resto come al solito vi ricordo la pagina dedicata a Giocotrono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Film del Giorno

    World Trade Center (2006): su per le scale, dentro il fuoco

    Il cielo stava cadendo e si macchiò di sangue / Ho sentito che mi chiamavi, ma sei scomparso nella polvere. Su per le scale, dentro il fuoco / Su per [...]
    Vai al Migliore del Giorno
    Categorie
    Recensioni Film Horror I Classidy Monografie Recensioni di Serie Recensioni di Fumetti Recensioni di Libri
    Chi Scrive sulla Bara?
    @2024 La Bara Volante

    Creato con orrore 💀 da contentI Marketing