Home » Recensioni » I Tre Caballeros – Ep.5×04 – Anima persa

I Tre Caballeros – Ep.5×04 – Anima persa

In ogni nuova stagione del podcast dei Tre Caballeros ci giochiamo una quota di titoli italiani, alla faccia di Stanis La Rochelle. Quest’anno abbiamo scelto un titolo in odore di horror che merita la vostra attenzione, oggi tocca ad “Anima persa”.

Vi ricordo che troverete i Tre Caballeros su YouTube, con il canale alla quale potete iscrivervi oppure con il nuovo episodio, anche qui sotto.

Se vi seguivate su Spotify occhio! Perché per motivi gestionali il vecchio canale non sarà più aggiornato, cercate quello con il nuovo logo, perché è l’unico dove vedrete spuntare le nuove puntate, non potete sbagliare, lo trovate cliccando fortissimo QUI. Se invece volete spararvi subito il nuovo episodio: eccolo!

Diteci la vostra sulla nuova puntata nei commenti o sui Social-Cosi della Bara Volante. Se volete suggerire qualche titolo per i prossimi episodi, come sempre sbizzarritevi! Da parte mia e dei miei due compari… Buon ascolto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Ma come mai ce l’avete tutti con “Mare Fuori” mi chiedo io ;p ;p ;p
    Purtroppo di Petri mi mancano molte cose, incluso Un tranquillo posto di campagna, bisognerà rimediare.
    Sui motivi per apprezzare Anima persa, sì, la trama, il colpo di scena, il fatto di individuare le sfumature durante le visioni numero 2 o 3 o 4 sono tutti elementi validi, ma secondo me molti spettatori sottovalutano il piacere di ritrovare in un film come Anima persa pensieri, sensazioni e sentimenti con i quali riconoscersi. Molte volte (a me) basta anche un’atmosfera riuscita per apprezzare un film, so che potrà sembrare un’affermazione un po’ stramba e “da artistoide di stocazzo”, ma il cinema è anche questo: respirare l’aria presente in un film, gustare le sue atmosfere. Penso che trama e storia siano importantissime e quelle di Anima persa sono certamente costruite benissimo, ma secondo me il pubblico farebbe bene a imparare ad apprezzare anche altro. Per il suo bene eh.

    Sergio

    • Segna per le prossime stagioni. No, non “Mare fuori” 😉 Cheers

  2. “Venezia è bella, ma non ci vivrei” penso che possa ben fare il paio con “una bella signora dall’alito pesante” 😢
    Vero, “Anima persa” lo si può gustare tanto la prima volta essendo all’oscuro del colpo di scena finale (cercando di interpretare i vari indizi disseminati dalla superba interpretazione che Gassman regala al proprio personaggio) quanto le volte successive, comprendendo meglio anche tutte quelle sfumature che, alla prima visione, ti avevano momentaneamente portato fuori strada. Il potenziale per essere apprezzato dai giovani l’avrebbe pure, sempre ammesso che la riscoperta di generi e italianità da parte dei suddetti giovani non passi solo da cose come “Mare fuori” 😜
    Ecco due mie proposte riguardanti due registi che quasi mai vengono ricordati per le loro escursioni fantastiche/gotiche/orrorifiche: il primo è ancora Dino Risi con il suo “Fantasma d’amore”, mentre il secondo è Elio Petri con “Un tranquillo posto di campagna”…

    • Esattamente si, tutti titoli belli con “Anima persa” secondo me in testa, ci tenevamo a questa puntata. Cheers!

Film del Giorno

Gli intrighi del potere – Nixon (1995): la storia di Tricky Dicky secondo Oliver Stone

Oggi affrontiamo il titolo che per certi versi da solo, ha confermato una delle etichette appioppate al titolare della rubrica, quindi senza ulteriori indugi, benvenuti al nuovo capitolo della rubrica… [...]
Vai al Migliore del Giorno
Categorie
Recensioni Film Horror I Classidy Monografie Recensioni di Serie Recensioni di Fumetti Recensioni di Libri
Chi Scrive sulla Bara?
@2024 La Bara Volante

Creato con orrore 💀 da contentI Marketing