Home » Recensioni » I Tre Caballeros – Ep.5×06 – La morte scorre sul fiume

I Tre Caballeros – Ep.5×06 – La morte scorre sul fiume

Perché dovreste ascoltarvi la nuova puntata del podcast dei Tre Caballeros dedicata ad un vecchio film in bianco e nero come “La morte scorre sul fiume”? Perché è un fottuto capolavoro ecco perché!

Vi ricordo che troverete i Tre Caballeros su YouTube, con il canale alla quale potete iscrivervi oppure con il nuovo episodio, anche qui sotto.

Se vi seguivate su Spotify occhio! Perché per motivi gestionali il vecchio canale non sarà più aggiornato, cercate quello con il nuovo logo, perché è l’unico dove vedrete spuntare le nuove puntate, non potete sbagliare, lo trovate cliccando fortissimo QUI. Se invece volete spararvi subito il nuovo episodio: eccolo!

Diteci la vostra sulla nuova puntata nei commenti o sui Social-Cosi della Bara Volante. Se volete suggerire qualche titolo per i prossimi episodi, come sempre sbizzarritevi! Da parte mia e dei miei due compari… Buon ascolto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. La prima volta che ho visto “Cape Fear” quello del 1991, niente mi aveva mai spaventato tanto quanto l’interpretazione di De Niro… fino a quando, anni dopo, non ho visto la resa sullo schermo dello stesso personaggio fatta da Mitchum.
    E quando finalmente sono riuscita a mettere le mani su “Il promontorio della paura” del 1962 ho finalmente fatto mente locale su un altro film (così si chiude il cerchio sui serial killer, adoro le chiusure dei cerchi 😛).
    Nell’ultima scena de “Il silenzio degli innocenti” (che si chiude sulla voce di Dario Penne “Sto per avere un vecchio amico, per cena stasera” e poi ad libitum Clarice: “Dottor Lecter… dottor Lecter…), Hopkins appende la cornetta, si mette il cappello, si gira e si avvia per mescolarsi tra la folla, il tutto in maniera stranamente affettata, soprattutto il modo di camminare: lezioso, quasi effemminato, cosa che non aveva mai fatto in nessun’altra scena. È possibile che Hopkins abbia volutamente imitato/omaggiato il Robert Mitchum de “Il promontorio della paura”? Anche nel modo di vestire, in quell’ultima scena? Io non ho potuto fare a meno di chiedermelo…
    E adesso però non posso fare a meno di recuperare anche questo… ‘nnaggia a voi!

    • Non ci avevo mai pensavo, pensavo ad un travestimento, anche per mimetizzarsi, ma ora che mi ci hai fatto pensare, sai che è sfiziosa come teoria? Sfiziosa, non uso la parola gustosa visto il soggetto. Goditi lo spettacolo, fammi poi sapere la tua sul film 😉 Cheers

  2. Oltre a capolavoro aggiungerei Pietra Miliare. Charles Laughton fu attore diretto dai i più importanti registi dell’epoca ricoprendo ruoli a volte angoscianti come lo è quello interpretato da Robert Mitchum e complimenti a chi ha ricordato questo titolo, Francesco ? , Quale sarà il prossimo ? Resto in ascolto sulle frequenze dei “Tre Caballeros”.

    • Vedrai vedrai, questa quinta stagione fila! 😉 Cheers

  3. Non è un vecchio film in bianco e nero, è un fottuto capolavoro d’annata che non ha nessun bisogno del colore per esserlo (un capolavoro, appunto), e un podcast dedicato era doveroso…😉👍

    • Anche secondo noi se lo meritava tutto 😉 Cheers

Film del Giorno

Trunk – Locked In (2024): bagagliaio che te ne vai lontano da qui chissà cosa vedrai

Mille piattaforme di streaming e il risultato? Passi ore a sfogliare in cerca di qualcosa da guardare, oppure metti su un’altra volta il blu-ray di Grosso guaio a Chinatown e [...]
Vai al Migliore del Giorno
Categorie
Recensioni Film Horror I Classidy Monografie Recensioni di Serie Recensioni di Fumetti Recensioni di Libri
Chi Scrive sulla Bara?
@2024 La Bara Volante

Creato con orrore 💀 da contentI Marketing