Home » Recensioni » Rock ‘n’ Blog: Il senso della vita

Rock ‘n’ Blog: Il senso della vita

La musica e il cinema mi
mandano da sempre giù di testa, quindi perché non celebrarli entrambi in una
rubrica di musica e colonne sonore che serva a farvi alzare il volume
ricordando di non sprecarlo per non far arrabbiare il grande capo.

Titolo del pezzo: Every sperm
is sacred

Artista: Monty Python
Tratta dal film: Il senso della vita (1983)
Aggiungo solo un estratto
dal mio commento al film dedicato proprio a questo pezzo:
Questa porzione di film,
è il perfetto compendio a Brian di Nazareth, perché mostrandoci alla loro
maniera il miracolo della vita, in una famiglia di Cattolici vecchio stampo, i
Python continuano a farsi beffe del modo in cui la religione viene interpretata
dalle varie chiese, il concetto di non disperdere il seme, viene messo alla
berlina nel modo più clamoroso possibile, anzi, direi proprio in modo
definitivo! La canzone “Every Sperm is Sacred” è un capolavoro, non giriamoci
attorno, è impossibile non continuare a cantarla per giorni dopo aver visto il
film, un momento musicale che parte con una strofa cantata da papà Michael
Palin, licenziato dalla fabbrica e costretto a vendere i suoi tanti (troppi!)
figli alla scienza e va in crescendo, un crescendo trascinante, fatto di
bandiere, gente che balla per strada, una perfetta scena da musical che
qualunque comico vorrebbe come apice del suo film, mentre qui arriva
all’inizio!
“Facciamo la conta ragazzi…”.

“…45, 46, 46, 48… Oh diamine! Siete troppi!”.
Lo stato di grazia di
Monty Python nel 1983 è tale che persino le scene tagliate, sono autentico
genio, ad esempio vi consiglio di recuperare (la trovate tra i contenuti extra
di qualunque dvd ben fatto di questo film), la gag speculare a “Every Sperm is
Sacred”, ovvero quella della famiglia Protestante, rappresentata come degli
erotomani che si eccitano per qualunque cosa, una scena così bella che i Python
potevano addirittura permettersi di tagliare, visto che i momenti di autentico
genio in questo film abbondano.
Talmente orecchiabile che anche i bersagli della parodia si mettono a cantarla.
Vi ricordo lo speciale
dedicato ai Python della Bara Volante!
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Film del Giorno

    Il mostro della laguna nera (1954): auguri Gill-Man!

    Tra i compleanni di un certo peso, uno in particolare scaldava il mio cuoricino rettile di amante dei film di mostri, mi riferisco ai primi settant’anni del mitico Gill-Man, il [...]
    Vai al Migliore del Giorno
    Categorie
    Recensioni Film Horror I Classidy Monografie Recensioni di Serie Recensioni di Fumetti Recensioni di Libri
    Chi Scrive sulla Bara?
    @2024 La Bara Volante

    Creato con orrore 💀 da contentI Marketing