Home » Recensioni » The last man on Earth – Stagione 2: Questo pianeta è sempre più affollato!

The last man on Earth – Stagione 2: Questo pianeta è sempre più affollato!

No, non mi
sono certo dimenticato della divertentissima serie creata da Phil Lord e
Christopher Miller (i pazzoidi dietro il geniale “the LEGO Movie” e il prossimo
spin off su Han Solo… Che la Forza sia con voi!), ho soltanto avuto parecchie
difficoltà a seguire il folle palinsesto americano delle (dis)avventure di Phil
Miller… Hey! Si chiama come i suoi creatori! L’ho capito solo adesso!

Avevamo
lasciato Phil “Tandy” Miller (Will Forte) scacciato dalla comunità, seguito
dalla sua mogliettina Carol (Kristen Schaal) nel bellissimo finale della
stagione precedente (trovate tutto QUI),
ma avevamo lasciato anche il fratellino Mike Miller (Jason Sudeikis) lassù
nella stazione spaziale internazionale, ultimo uomo dello spazio.
Come dicevo,
la messa in onda dei singoli episodi mi ha reso complicato seguire la serie, un
solo episodio alla settimana da 20 minuti è davvero troppo poco per una serie
così spassosa, non ha certo aiutato la lunga pausa natalizia dopo gli episodi “Secret
Santa” (1×09) e “Silent Night” (1×10), ma specialmente dopo il mid-season
finale “Pitch black” (1×11) con un PICCOLISSIMO colpo di scena.



Si qualcuno muore, ma dalla foto non capirete mai chi… Buahahaha!
Nella seconda
metà di stagione è andata ancora peggio: due episodi, pausa, un episodio,
pausa, poi tre episodi in fila e… Pausa! Insomma: mi sembrava di avere il
singhiozzo! Poi parliamoci chiaro: in questa stagione succedono talmente
tante di quelle cose, che lo scenario di inizio stagione è completamente diverso
da quello del finale.
Nelle prime
puntate Tandy e Carol organizzano in complicato “Piano di rientro” per il
barbuto protagonista, in modo da essere nuovamente accettato dal gruppo, che
nel frattempo si è ormai trasferito in pianta stabile a Malibu… Chiamateli
scemi! A tener banco è l’altro Phil Miller (Boris Kodjoe) capo degli
“Anti-Tandy”.



Una cura medioevale per il tuo collo (Quasi-Cit.).
Carol sfrutta
il fatto di essere amata da tutti per facilitare il ritorno di Tandy, ecco, non
aiuta che il suo ritorno in scena, uccida involontariamente il povero Gordon
(il cameo di Will Ferrell è una genialata!), con fatica e grazie all’amicizia
che lega Tandy e Todd (Mel Rodriguez) il piano di Carol funziona e Tandy
ritorna in seno al gruppo. Bisogna sottolineare che il
personaggio interpretato da Will Forte in questa porzione di stagione è distante
anni luce da quello visto negli episodi precedenti, vien quasi male agli occhi
a vederlo umiliarsi in questo modo per farsi accettare!



“Tranquillo Tandy, ho la situazione in pugno, nel giro di un paio di puntate ti ameranno di nuovo”.
Ma la seconda
stagione di “The Last man on Earth” svolta in corso: risolta la questione con
Tandy, è l’altro Phil ad iniziare a creare casino, tra minacce di abbandono del
gruppo, la dolce attesa di Erica e quel problemino di appendicite… Il tutto
mentre Mike è ancora nello spazio!
La seconda
metà di stagione cambia passo, concentrandosi maggiormente sul fratellino Mike
l’astronauta, a cui viene dedicata una puntata “Solista” che si gioca anche un
cameo che farà felici chi di voi seguiva la serie tv “Sons of Anarchy”.
Per quanto mi
riguarda, l’entrata in scena di Mike fa aumentare il coinvolgimento e il
divertimento della serie, Jason Sudeikis mangia gli spaghetti in testa a Boris
Kodjoe, mono espressivo e sempre stonato sui tempi comici della serie. Sudeikis,
invece, è un cavallo di razza, è capace di fare il “One man show” (tipo la sua
spassosa interpretazione di “Space oddity” di David Bowie, giusto per dirne
una), ma soprattutto i suoi duelli con il fratellino Tandy (detto anche
“Skidmark”… Storia vera!) sono esilaranti.



E’ lunga dallo spazio pedalando su quell’affare.
Non voglio
rovinarvi la sorpresa, ma il botta e risposta di scherzi tra i due tiene banco
per diversi episodi, scatenando una vera e propria escalation militare della
burla, che porta a gesti estremi, tipo il nuovo look di Tandy… No sul serio uno
spasso!


Ma mentre i
fratelli Miller e Carol (e i rispettivi attori) rappresentano la parte migliore
della serie, il resto dei personaggi fa fatica a tenere il passo, si salva solo
Todd, non tanto per le situazioni al limite in cui si trova, quanto più che
altro per la recitazione di Mel Rodriguez che personalmente mi fa spisciare dal
ridere! La scena della moto d’acqua è una delle più divertenti della stagione!



I fratelli Miller finalmente riuniti… La pace durerà poco!
Ahimè Gail,
Melissa ed Erica sono zavorra, specialmente l’ultima, a cui non viene dedicata
la minima attenzione, è incinta e sembra che il dettaglio (problematico in un
mondo dove non esistono più gli ostetrici) conti davvero poco, o che sia stato
inserito nella trama solo per dare spessore alla voglia di maternità di Carol. Sì, perché la stagione svolta per la seconda volta proprio intorno a questo
argomento!
Non vi
rovinerò la sorpresa, ma l’effetto collaterale sono scene veramente divertenti
come il “masturbatorium” con i quadri dipinti da Carol, o il “threesome” (se
così possiamo chiamarlo…) tra i protagonisti, una delle scene più sceme (nel
senso migliore del termine) di questa stagione!
Il colpo di
scena finale non è nemmeno troppo imprevedibile (anzi…), ma lascia ben sperare
per un ulteriore svolta nella terza stagione, che per nostra fortuna, è già stata
confermata… Yeah! Speriamo solo di non dover saltellare da un episodio
all’altro come fatto per questa stagione.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Film del Giorno

    Spaced (1999): la vostra serie TV preferita (che magari ancora non conoscete)

    Nell’indecisione tipica che intercorre tra la conclusione di una serie e l’inizio della prossima da guardare, ho deciso di prendermi una pausa dal mondo e riguardarmi Spaced. Quale occasione migliore [...]
    Vai al Migliore del Giorno
    Categorie
    Recensioni Film Horror I Classidy Monografie Recensioni di Serie Recensioni di Fumetti Recensioni di Libri
    Chi Scrive sulla Bara?
    @2024 La Bara Volante

    Creato con orrore 💀 da contentI Marketing